Title

Il giorno e la notte di Giovanni Papini: lettura di un testo "esemplare" del modernismo italiano

Document Type

Book Chapter

Publication Date

2018

Department

Italian

Language

Italian

Publication Title

Oltre il canone: problemi, autori, opere del modernismo italiano

Abstract

Il testo di Giovanni Papini Il giorno e la notte fu pubblicato nel primo numero della rivista fiorentina d'avanguardia «Lacerba», fondata su iniziativa dell'autore in collaborazione con Ardengo Soffici il primo gennaio 1913. Si tratta di un testo che pur nella sua brevità, riesce a riassumere in modo efficace molte delle tematiche più importanti del modernismo. Per questo motivo l'ho più volte utilizzato in corsi introduttivi alla letteratura italiana di quel periodo, insieme al più noto Manifesto del Futurismo di Marinetti, per illustrare le sfaccettature del movimento modernista, che fiorì in Europa intorno ai primi quindici anni del Novecento, ma le cui coordinate storiche sono costante soggetto di reflessione da parte degli storici della letteratura. Giovanni Papini è poco studiato oggi, ma agli inizi del XX secolo era uno degli autori più letti in Italia. Insieme a Giuseppe Prezzolini aveva fondata nel 1903 un'altra importante rivista d'avanguardia, il «Leonardo», ma si era poi gradualmente staccato dal suo amico e collaboratore, che si stava avvicinando alle posizioni di Benedetto Croce, il quale diventò invece per Papini uno dei bersagli principali della sua critica.

The text by Giovanni Papini Day and night was published in the first issue of the avant-garde Florentine magazine "Lacerba", founded on the author's initiative in collaboration with Ardengo Soffici on 1 January 1913. It is a text that even in its brevity, manages to effectively summarize many of the most important themes of modernism. For this reason I have repeatedly used it in introductory courses in Italian literature of that period, together with Marinetti's most famous Manifesto of Futurism, to illustrate the facets of the modernist movement, which flourished in Europe around the first fifteen years of the twentieth centruy, but whose historical coordinates are a constant subject of reflection by literary historians. Giovanni Papini is little studied today, but at the beginning of the 20th century he was one of the most widely read authors in Italy. Together with Giuseppe Prezzolini he had founded in 1903 another important avant-garde magazine, the "Leonardo", but he had then gradually detached himself from his friend and collaborator, who was approaching the positions of Benedetto Croce, who instead became for Papini one of the main targets of his criticism.

Comments

For more information on the published version, visit Morlacchi Editore University Press's Website.

Full text currently unavailable.

COinS