Title

Il Mito di Giuseppe Parini Nelle Ultime Lettere di Jacopo Ortis

Document Type

Article

Publication Date

Winter 2008

Department

Italian

Language

Italian

Publication Title

Italica

Abstract

Giuseppe Parini compare come personaggio in quattro opere della letteratura italiana: nelle Ultime lettere di Jacopo Ortis di Ugo Foscolo del 1817, nell'Operetta morale intitolata Il Parini ovvero della gloria di Giacomo Leopardi del 1824, nelle Confessioni di un italiano di Ippolito Nievo del 1867 e nel romanzo storico Cent'anni di Giuseppe Rovani del 1869. In questi testi, Parini viene raffigurato in situazioni fittizie, spesso in linea con la rappresentazione del vate consolidata dalla critica: da un lato, un intellettuale saggio, umile, moderato e dignitoso; dall'altro lato, un uomo resistente ai dolori fisici provocati da una malattia sfortunatamente impostagli dalla Natura. Il passaggio del personaggio dalla Storia alla Letteratura rivela una personalita decontestualizzata e completamente astorica. Sul Parini delle Ultime lettere, Luigi Russo ha sottolineato le liberta creative prese dal Foscolo nella rappresentazione del poeta milanese:

Il Parini di Jacopo non e il Parini della storia. Il Parini senti forte la dignita
di se, come uomo, come individuo (Me non nato a percuotere Le dure illustri
porte Nudo accorra ma libero Il regno della morte), ma si tiro in disparte di
fronte alle lotte politiche: austriaci o francesi, egli s'inchino, rassegnato e
docile all'alterna onnipotenza dei reggitori del suo paese. Ma il Parini delle
Ultime lettere e un Parini fortemente alfierizzato e foscoleggiante; il che
capita sempre agli uomini di generoso sentire che investono di se stessi
anche gli indifferenti o le persone miti, come tutti fossero partecipi della
loro accesa passione. I filistei dicono che allora Foscolo falsifica Parini, come
De Sanctis falsificherebbe Guicciardini; ma si tratta di una irradiazione
della nostra vigorosa soggettività, quando c'è, in tutta la vita che ci
circonda, la quale non puo mai venir soffocata, trattisi di uno scrittore che
sia storico o poeta. La storia non e il semplice fatto oggettivo, ma e anche
passione che noi immettiamo in quell'oggetto. Il Foscolo frequento il Parini
vecchio; nulla di strano che gli abbia prestato un po' del suo sentire. E una
ricchezza spirituale che travasa dall'animo di Jacopo, e che arricchisce lo
stesso Parini (Russo 90).

Comments

For more information on the published version, visit The American Association of Teachers of Italian's (AATI) Website.

Full text currently unavailable.

COinS